di

Steve Maskery
04/05/2022

Credenze, cassettiere, cassapanche e altri contenitori

Una bara per un amico

A nessuno piace pensare alla morte, né la nostra né quella degli altri, ma è una parte inevitabile della vita, nessuno di noi vive per sempre. Per molti anni ho pensato che, se avessi avuto abbastanza preavviso della mia morte, mi sarebbe piaciuto costruire la mia bara. Ho sempre creduto che sarebbe stato un progetto che avrei realizzato "un giorno". Invece a novembre Stuart si è ammalato. Il mio migliore amico che due giorni prima mi stava aiutando a sistemare l'impianto elettrico del mio rimorchio, ha avuto nel giro di una settimana una prescrizione di palliativi ed è morto prima della fine dell'anno. Tutto molto veloce, tutto molto scioccante.
Ricevetti una telefonata da lui. "Steve, ti va di fare una bara?". Beh, non avevo mai fatto una bara in vita mia, ma sarei stato onorato di farlo. Gli chiesi di cosa voleva che fosse fatta. "Oh, di qualsiasi vecchia robaccia", disse, "Pallet, vecchi pallet, sarà comunque bruciata". E non usò esattamente la parola "robaccia".

Continua a leggere

Abbonati ora per avere accesso a tutti gli esclusivi contenuti online di Legno Lab!
  • La rivista a casa tua
  • Tutti i contenuti esclusivi
  • La newsletter Legno Lab
  • Accesso illimitato all'archivio
abbonati
Entra a far parte del laboratorio dedicato agli amanti del legno!
Abbonati ora a Legno Lab

Questo articolo fa parte di:

Rivista n. 127

Guarda gli altri articoli contenuti
nello stesso numero di Legno Lab

Stai connesso

Ricevi aggiornamenti e articoli firmati Legno Lab

Non è stato possibile iscriverti alla newsletter
Ti sei iscritto con successo

Utilizziamo Sendinblue come nostra piattaforma di marketing. Cliccando qui sotto per inviare questo modulo, sei consapevole e accetti che le informazioni che hai fornito verranno trasferite a Sendinblue per il trattamento conformemente alle loro condizioni d'uso