di

Robert W.Lang
13/05/2013

Tecniche di lavorazione

Dove va a finire la colla

Il mio primo giorno di lavoro come apprendista falegname mi venne assegnato il compito di incollare dei copritermosifoni per una serie di uffici. Due listelli di legno massello con una linguetta su un bordo da inserire nelle scanalature fatte lateralmente al pannello di mdf impiallacciato. Desideroso di dimostrare che non ero uno sprovveduto, chiesi: “La colla deve fuoriuscire, così capisco che ne ho messa a sufficienza, vero?”. Il falegname che mi seguiva mi squadrò dalla testa ai piedi e disse: “La colla deve quasi fuoriuscire”. Mentre mi accingevo a iniziare il lavoro, pensai che mi avesse chiesto un’impresa impossibile. I pannelli su cui fare pratica erano moltissimi, come anche il tempo per pensare. Finii il lavoro sei settimane più tardi, dopo aver assemblato 1.300 pannelli. Così diventai piuttosto bravo ad applicare un film di colla che fuoriuscisse appena dal giunto e, di tanto in tanto, riuscii anche a raggiungere l’obiettivo di farla “quasi fuoriuscire”.

Continua a leggere

Abbonati ora per avere accesso a tutti gli esclusivi contenuti online di Legno Lab!
  • La rivista a casa tua
  • Tutti i contenuti esclusivi
  • La newsletter Legno Lab
  • Accesso illimitato all'archivio
abbonati
Entra a far parte del laboratorio dedicato agli amanti del legno!
Abbonati ora a Legno Lab

Questo articolo fa parte di:

Rivista n. 52

Guarda gli altri articoli contenuti
nello stesso numero di Legno Lab

Stai connesso

Ricevi aggiornamenti e articoli firmati Legno Lab

Non è stato possibile iscriverti alla newsletter
Ti sei iscritto con successo

Utilizziamo Sendinblue come nostra piattaforma di marketing. Cliccando qui sotto per inviare questo modulo, sei consapevole e accetti che le informazioni che hai fornito verranno trasferite a Sendinblue per il trattamento conformemente alle loro condizioni d'uso