di

Giorgio Russo
02/05/2024

Restauro

Primi viaggi nel tempo con compagni eccezionali

Dopo aver visto come preparare il tampone e la vernice di gommalacca, in questa Lezione entreremo nel vivo della sua applicazione, concentrandoci sulla lucidatura a tampone e scoprendo le differenze e le somiglianze tra le varie tecniche di stesura.
La verniciatura a tampone è considerata la finitura per eccellenza, capace di mettere in risalto tutte le peculiarità del legno riempiendone i pori e valorizzandolo esteticamente; la luce, infatti, non viene riflessa dalla superficie ma penetra nel poro del legno evidenziando venature e marezzature, come quelle di radiche e piume. Questo tipo di lucidatura (che i restauratori eseguono con tecniche leggermente diverse) è una delle più difficili anche perché necessita di accorgimenti ben precisi e di una manualità particolare che si acquisisce soltanto conl’esperienza.

Continua a leggere

Abbonati ora per avere accesso a tutti gli esclusivi contenuti online di Legno Lab!
  • La rivista a casa tua
  • Tutti i contenuti esclusivi
  • La newsletter Legno Lab
  • Accesso illimitato all'archivio
abbonati
Entra a far parte del laboratorio dedicato agli amanti del legno!
Abbonati ora a Legno Lab

Questo articolo fa parte di:

Rivista n. 139

Guarda gli altri articoli contenuti
nello stesso numero di Legno Lab

Stai connesso

Ricevi aggiornamenti e articoli firmati Legno Lab

Non è stato possibile iscriverti alla newsletter
Ti sei iscritto con successo

Utilizziamo Sendinblue come nostra piattaforma di marketing. Cliccando qui sotto per inviare questo modulo, sei consapevole e accetti che le informazioni che hai fornito verranno trasferite a Sendinblue per il trattamento conformemente alle loro condizioni d'uso