di

Matteo Tratzi
09/02/2022

Autocostruzioni e jigs

Truschino doppio giapponese

Spesso accade che un artigiano senta il bisogno di costruire da sé i propri strumenti. Questo può avvenire sia perché nascono delle esigenze talmente specifiche da non trovare corrispondenza nel mercato, oppure perché questi prodotti hanno prezzi difficilmente sostenibili. La soluzione a questi problemi è per l’appunto la costruzione autonoma. Nel mio caso avevo bisogno di uno strumento “calzato” sulle mie esigenze. A differenza della versione occidentale il truschino giapponese presenta diversi vantaggi e, ovviamente, alcuni svantaggi. Tra i primi possiamo annoverare una maggiore leggerezza dello strumento, una maggiore pulizia e profondità del taglio ed una maggiore superficie di contatto con il pezzo che si sta tracciando.

Continua a leggere

Abbonati ora per avere accesso a tutti gli esclusivi contenuti online di Legno Lab!
  • La rivista a casa tua
  • Tutti i contenuti esclusivi
  • La newsletter Legno Lab
  • Accesso illimitato all'archivio
abbonati
Entra a far parte del laboratorio dedicato agli amanti del legno!
Abbonati ora a Legno Lab

Questo articolo fa parte di:

Rivista n. 126

Guarda gli altri articoli contenuti
nello stesso numero di Legno Lab

Stai connesso

Ricevi aggiornamenti e articoli firmati Legno Lab

Non è stato possibile iscriverti alla newsletter
Ti sei iscritto con successo

Utilizziamo Sendinblue come nostra piattaforma di marketing. Cliccando qui sotto per inviare questo modulo, sei consapevole e accetti che le informazioni che hai fornito verranno trasferite a Sendinblue per il trattamento conformemente alle loro condizioni d'uso