di

Federico Forte
01/02/2022

CNC

Il truschino

Progettare e costruire un classico truschino con i mezzi tecnologicamente più avanzati potrebbe sembrare un paradosso eppure, a pensarci bene, quasi tutti gli strumenti analogici hanno ormai in qualche punto del loro processo costruttivo l’intervento di una macchina a controllo digitale. Come di consueto, prima di lanciarci nell’impresa, abbiamo fatto un giro sul web alla ricerca di spunti, da filtrare attraverso la nostra esperienza e gusto personale, che ci aiutassero a dare alla costruzione un pizzico di originalità e un buon design, intendendo per design il giusto compromesso tra disegno e funzione. Abbiamo così deciso di progettare il corpo del truschino, cioè la battuta, con una forma circolare allungata, costituita da tre pezzi cilindrici di differente diametro. L’obbiettivo era duplice: migliorare la presa nel palmo della mano e dare all’asta millimetrata una lunga sede in cui inserirsi e scorrere, così da stabilizzarla al massimo durante la tracciatura.

Continua a leggere

Abbonati ora per avere accesso a tutti gli esclusivi contenuti online di Legno Lab!
  • La rivista a casa tua
  • Tutti i contenuti esclusivi
  • La newsletter Legno Lab
  • Accesso illimitato all'archivio
abbonati
Entra a far parte del laboratorio dedicato agli amanti del legno!
Abbonati ora a Legno Lab

Questo articolo fa parte di:

Rivista n. 124

Guarda gli altri articoli contenuti
nello stesso numero di Legno Lab

Stai connesso

Ricevi aggiornamenti e articoli firmati Legno Lab

Non è stato possibile iscriverti alla newsletter
Ti sei iscritto con successo

Utilizziamo Sendinblue come nostra piattaforma di marketing. Cliccando qui sotto per inviare questo modulo, sei consapevole e accetti che le informazioni che hai fornito verranno trasferite a Sendinblue per il trattamento conformemente alle loro condizioni d'uso