La Redazione

Vi presentiamo la redazione di Legno Lab. Un gruppo di lavoro in continua crescita composto da veri amanti del legno. Sono loro che lavorano ogni giorno per condividere il loro sapere con voi appassionati e professionisti della lavorazione di questo splendido, immutabile e sempre nuovo materiale. E’ grazie ai loro articoli se Legnolab è in grado di darvi suggerimenti per migliorare le vostre tecniche, trovare nuove ispirazioni per il design e rimanere sempre aggiornati su questo mondo senza fine.

Direttore

Francesco Cremonini

Nasce a Roma nel ‘68. A 21 anni inizia un percorso di formazione per diventare pilota di linea, professione che svolge per la compagnia di bandiera dal 1996 al 2008. Lavora con il legno sin dai tempi degli studi ma è con i viaggi intorno al mondo che ha la possibilità di sperimentare metodi e tecniche in uso in altri paesi e di importare nel nostro attrezzature ancora sconosciute o cadute in disuso da tempo. Nel 2008 viene incaricato di formare la redazione di Legno Lab, una nuova rivista tematica sulla lavorazione del legno. Mantiene l’incarico di Redattore Capo fino al maggio 2014 quando, insieme a Giacomo Malaspina, fonda la società editrice Finger Joint che rileva i diritti di pubblicazione del periodico. Da allora ne è il Direttore Responsabile.

Caporedattore

Giacomo Malaspina

Classe 1970 e formazione classico-umanistica. Si laurea con una tesi sugli statuti delle Corporazioni dei falegnami nel Primo Rinascimento. Lascia l’Università per dedicarsi al restauro per diversi anni, passando poi all’ebanisteria e alla progettazione autonoma. Amante e cultore delle tecniche tradizionali, inizia un percorso di divulgazione sui primi social dedicati al legno grazie ai quali nascono il sodalizio con Francesco Cremonini e l’avventura nell’editoria. Attualmente divide i suoi impegni lavorativi tra Legno Lab e la sua falegnameria-scuola.

Coordinatrice di redazione

Francesca Di Croce

Architetto di formazione, si avvicina al mondo del legno per passione. Dopo un’esperienza come designer di mobili, entra a far parte della redazione di Legno Lab nel 2014 e apre il suo blog dedicato al design. Attualmente è Coordinatrice di Redazione e responsabile dell’organizzazione di eventi per promuovere il rapporto tra progettisti e artigiani. Vive a Parigi e viaggia spesso per l’Europa alla ricerca delle novità su design e mobili, rigorosamente in legno!

 

 

Marketing e sviluppo

Alex Barbagallo

Per metà inglese si trasferisce in Inghilterra per conseguire una laurea in lingue e successivamente la specializzazione in “internazionalizzazione delle piccole e medie imprese”. Dopo aver vissuto in diversi paesi torna in Italia con l’intenzione di utilizzare le sue conoscenze a favore dell’artigianato, testimonianza dell’Italia che gli piace e che spesso non riceve l’attenzione adeguata. Sceglie Legno Lab perché crede che la divulgazione della conoscenza, la formazione e l’aggiornamento costante siano il vero stimolo per questa realtà.

 

 

Segretaria di redazione

Daniela Parasassi

Laureata in Conservazione dei beni culturali e con un Master in Gestione del Sistema Museale Italiano, ha partecipato per diversi anni alle attività di ricerca nel settore storico – archivistico del Dipartimento di Storia e Culture del Testo e del Documento della Facoltà di Conservazione dei beni culturali (UNITUS, Viterbo) e dal Centro di Ricerche per la Storia dell’Alto Lazio. Ha, inoltre, collaborato con il Gruppo Interdisciplinare per lo Studio della Cultura dell’Alto Lazio presso il Museo delle Arti e Tradizioni Popolari di Canepina, con l’Archivio Alighiero Boetti e come coordinatrice per l’attività di schedatura ed informatizzazione nell’ambito del progetto Archivio Storico Multimediale del Mediterraneo.

Redazione grafica

Disenape

Ylenia e Carolina, insieme Disenape, iniziano il loro percorso nel 2012. Due designer in continua crescita e cambiamento, alla ricerca costante di forme, materiali e colori da far vivere nei loro progetti. Con l’avvicinamento all’autoproduzione si appassionano alla lavorazione del legno. Legno inteso come vitalità da plasmare, sfumature da ammirare, natura che si offre totalmente all’uomo. Per la realizzazione dei loro prodotti, iniziano quindi ad entrare nei laboratori di artigiani professionisti ed è attraverso loro che conoscono Legno Lab. Dal 2015 lo studio Disenape si occupa della redazione grafica della rivista, dando la forma migliore alle nostre e alle vostre idee.

Redazione tecnica

Mattia Migliorati

E’ un giovane falegname che vive e lavora a Roma. Nel 2009 inizia il suo apprendistato frequentando diverse botteghe della città, dove acquisisce le tecniche fondamentali della falegnameria artigianale. La passione e la curiosità per questo mestiere lo spingono continuamente ad arricchire il suo bagaglio di conoscenze viaggiando e cercando collaborazioni in Italia e all’estero. E’ nel 2013 che entra in contatto con Francesco Cremonini e Giacomo Malaspina con i quali inizia a collaborare per la rivista Legno Lab. La sua produzione spazia da semplici oggetti a raffinati mobili di arredamento.

 

Redazione tecnica

Paolo Frattari

Nasce a Cerveteri, città etrusca, nel febbraio del 1963. A 16 anni inizia a scolpire il legno, autodidatta per necessità ma anche per scelta. La prima personale è a Roma nel 1989, seguono altre mostre in vari posti, dalla macelleria di Dario Cecchini nel Chianti, all’Auditorium di Renzo Piano a Roma. La famiglia da costruire, la scarsa fiducia nell’arte, ma soprattutto il rapido mutare delle cose, lo portano a 47 anni a dedicarsi ad altro. A 53 anni riprende, dopo aver riempito sei anni con pensieri, design, gioielli e con l’attività di redattore per Legno Lab. Nuove forme ripartono con nuove possibilità.

 

Redazione tecnica

Michele Monaci

Nato a Siena e residente nella famosa Val d’Orcia, da sempre interessato al modo del legno, si avvicina alla tornitura solo per esigenza di fare bacchette da batteria. La forte passione che è nata per il tornio, la voglia di conoscere e la maniacale pazienza nella costruzione e progettazione lo portano a specializzarsi in alcuni settori particolari della tornitura artistica. Dapprima si orienta verso l’arte del segmentato, che permette di realizzare oggetti in legno intarsiato di varie essenze lignee. Di seguito, approfondisce anche il mondo del laminato, con il quale riesce ad ottenere numerose figure geometriche e realizzazioni di grande impatto.

Redazione tecnica

Vincenzo Farinella

Nasce a Palermo nel ’69. Nel 1996 lascia l’Italia per trasferirsi a Londra dove lavorerà in aviazione per dieci anni. Durante il soggiorno a Londra riscopre la sua vecchia passione per il legno essendo influenzato dalle riviste e libri disponibili nella cultura anglosassone. Consegue gli studi come ebanista e designer presso la London Metropolitan University nel 2004. Nel 2005 lascia Londra per New York dove espande la sua conoscenza sulla lavorazione artigianale del legno. Nel 2009 ritorna in Italia dove apre il proprio laboratorio e viene a conoscenza di Legno Lab . Dopo un iniziale contatto con Francesco Cremonini diventa redattore della rivista con la quale collabora periodicamente.

 

 

Redazione tecnica

Roberto Cecconello

Inizia a tornire circa 15 anni fa, per completare alcuni lavori di falegnameria.In seguito scopre il mondo della tornitura artistica e comincia un percorso di istruzione e conoscenza che lo porta prima a padroneggiare le tecniche del segmentato, in tutte le sue declinazioni,ed in seguito ad esplorare le possibilità offerte dal massello e dalle lavorazioni post tornitura. Abbina l’insegnamento all’attività di promozione della tornitura e per dare seguito a questa attitudine ha ideato la rassegna nazionale di tornitura “Un Bosco Italiano” , primo evento del genere in Italia. E’ l’attuale presidente dell’Associazione Italiana Artisti Tornitori del Legno (A.I.A.T.L.) di cui è anche membro fondatore.

 

Redazione tecnica

Daniele Nocetti

Nato nel 1949, ha cominciato a prendere contatto con il legno fin da bambino, nell’azienda paterna. Già dopo il Liceo comincia a lavorare nel mondo dell’arredamento e ad affinare la sua formazione con un corso biennale per Arredatori. Negli anni, ha l’opportunità di lavorare per marchi importanti e di sviluppare progetti per boutique di griffe come Gucci e Fendi. Attualmente tiene corsi di Progettazione d’interni per show-room e di Laboratorio di falegnameria presso l’Ordine degli Architetti di Bologna.

 

Redazione tecnica

Luca Labadini

Nato nel ’65 lavora il legno praticamente da sempre ma la “svolta” è arrivata circa quindici anni fa quando frequenta un corso di intaglio orientato alla realizzazione di cornici. Qui, partendo dalle sgorbie, riscopre gli utensili manuali occidentali e soprattutto orientali, fino quasi a sconfinare nel collezionismo di pialle giapponesi.

Redazione tecnica

Matteo Gandini

Di formazione restauratore ligneo, ha lavorato per quasi 10 anni nel restauro e nella falegnameria su misura, prima di spostare la sua attività nel campo della scultura del legno. Al momento tiene corsi di scultura nel suo laboratorio a Missaglia (LC), ma anche a Milano e Merate. I suoi lavori e contatti per i corsi sono su www.leonedorogandini.com

Redazione tecnica

Giuliano Parise

Ha 51 anni e la sua passione per la lavorazione del legno dura da circa un ventennio. Entusiasta degli utensili vintage, è conosciuto soprattutto per il suo interesse verso le pialle manuali delle quali è collezionista e utilizzatore. Blogger e redattore di Legno Lab fin dai primi numeri, ha scritto, tra gli altri, diversi articoli sulla costruzione di pialle in legno con metodi tradizionali.

 

 

Redazione tecnica

Federico Forte

Federico Forte nasce a Roma il 22 settembre del 1975. A sei anni uno zio falegname, inventore, pittore, gli regala una cassetta di legno fatta ad hoc contenente gli strumenti base ed un po’ di ferramenta per costruire. E così, giocando, inizia una carriera creativa a 360°. Si appassiona di disegno tecnico ma mantiene vivo il senso artistico e trova un giusto compromesso iscrivendosi alla facoltà di architettura, dove le idee, le forme e le geometrie prendono una proporzione compiuta. Oggi lavora come architetto e designer con tutti i materiali, fino ai più avanzati, trasformandoli con tecnologie sempre all’avanguardia, ma è sempre il legno il suo preferito; più di tutti, profuma, risveglia i sensi ed è vivo, rispettoso dell’ambiente e del futuro. Alla base dei suoi progetti ci sono manualità, inventiva e tecnologia; usa definirsi così un tecnoartigiano.

Redazione tecnica

Steve Maskery

Steve Maskery vive nelle Midlands inglesi. Anche se non ha mai ricevuto un’istruzione formale è nato con la passione per il legno nelle vene. E’ un falegname di terza generazione, suo padre era ebanista, suo nonno prototipista. Oltre a costruire mobili, Steve scrive sulla falegnameria da più di vent’anni ed è stato pubblicato in Australia e negli Stati Uniti oltre che in Inghilterra e in Italia. Lui stesso ha pubblicato una serie di DVD dedicati alla falegnameria hobbistica e più in particolare all’autocostruzione di tutti quegli accessori che in lingua inglese sono chiamati jigs. Di recente ha ultimato il laboratorio dei suoi sogni e gli manca poco per finire anche la ristrutturazione della sua abitazione. Se non è in laboratorio lo si può trovare in cucina, visto che questa è la sua seconda passione, e naturalmente la sua cucina preferita è quella italiana! Il suo sito web è www.workshopessentials.com

Redazione tecnica

Alessandro Minenza e Francesca Ramaglia

Sono una coppia di Roma che si è avvicinata insieme al mondo del legno. Incuriositi in generale dal “fai da te” e in modo particolare dal materiale, hanno frequentato alcuni corsi alla Scuola del Legno “La Malaspina” di Viterbo, scoprendo una nuova dimensione che hanno fatto subito propria. La passione per il legno li ha portati ad abbandonare i lavori precedenti, che nulla avevano a che fare con la manualità, e anche – per un paio d’anni – la loro città: si sono trasferiti temporaneamente in Toscana, per dedicarsi a tempo pieno alla lavorazione del legno in modo da imparare quanto più possibile ed iniziare ad accumulare esperienza in questo campo. Attualmente sono tornati a Roma e sono in procinto di aprire un laboratorio di falegnameria in zona Torrevecchia.

 

Redazione tecnica

Gianni Pagli

Fiorentino, hobbista da sempre, falegname professionista dal 2003. Si occupa principalmente di nuove realizzazioni su commissione, progettazione e studio di arredi con finalità di riutilizzo nell’ambito della riqualificazione architettonica. Redattore della rivista fino dal primo numero, ha curato per anni corsi specifici sulla sicurezza e sulla falegnameria moderna con particolare riferimento all’uso di macchine ed elettroutensili portatili. Nonostante la propensione all’uso di macchinari elettrici, coltiva sia la passione per le lavorazioni con utensili manuali che per la mountan bike, entrambe indispensabili per esercitare la professione nel centro storico di Firenze.

 

 

Redazione tecnica

Valentina Panichi e Antonio Medica

Nel loro DNA c’è sicuramente della segatura: Antonio è figlio di un intagliatore di cornici e Valentina discende da una famiglia di bottai del Chianti. La passione per il legno nasce, però, solo a metà degli anni ’90 quando, da poco laureati e sposati e immancabilmente senza soldi, hanno dovuto risolvere il problema dell’arredo di casa. Dopo i primi tentativi nel faidate, hanno deciso di mettersi alla prova acquistando una piccola sega radiale e qualche elettroutensile. Da allora, non si sono mai fermati, la loro passione si è fatta sempre più profonda fino ad arrivare quattro anni fa al coronamento del loro sogno: comprare un piccolo fondo dove mettere tutta l’attrezzatura accumulata in anni di lavoretti e continuare a fare trucioli. L’uno appassionato di utensili manuali, l’altra di design e tecniche di finitura,  lavorano insieme in laboratorio. A volte finiscono a discutere animatamente su un incastro, ma alla fine trovano sempre la soluzione migliore!

Redazione tecnica

Diego Carelli

Diego Carelli nato a Crema nel 1968. Sposato e padre di quattro figli ha fatto della falegnameria la sua principale passione. Negli ultimi 17 anni ha dedicato molto del suo tempo libero ad ampliare le sue competenze tecniche e ad incontrare appassionati e professionisti. Nel 2014 si è diplomato al corso di falegnameria della scuola Ricchino di Rovato e dal 2015 ha iniziato una collaborazione sporadica con Legnolab. Se dovesse descrivere con una frase quello che fa, direbbe che i suoi mobili sono la sua vita tra le venature del legno. Le caratteristiche che più apprezza in un artigiano del legno sono: l’umiltà, la tenacia, la perseveranza nel cercare di migliorarsi e la voglia di comunicare emozioni attraverso i propri lavori.
Completamente svincolato da qualsiasi aspetto economico e di business si senta libero di esprimermi senza compromessi.

Redazione tecnica

Andrea Zanini

Nato a Finale ligure nel 1988 in una famiglia di mobilieri gioca sin da piccolo a giocare con il legno. A sette anni il primo intarsio per impreziosire il piano di un comò su cui stava lavorando il nonno. Da allora non ha mai smesso di frequentare la bottega del nonno, figura di riferimento che lo accompagna anche ora che non c’è più. Si diploma presso l’istituto superiore di restauro del mobile nel 2012 periodo in cui si avvicina alla tornitura. Nel 2013 viaggia in Canada entrando in contatto con la comunità di tornitura di Toronto (Ontario Woodturners Guild). Nel 2014 passa all’Inghilterra lavorando gomito a gomito con Richard Kennedy grazie al quale ha affinato la tecnica ma soprattutto l’approccio artistico alle sue opere e l’attenzione al dettaglio. Iniziano le collaborazioni con il sito Word of Woodturners e Legno Lab e con la rivista inglese Woodturning. Nel 2016 apre un laboratorio di falegnameria ed ebanisteria ad Alba.

Redazione tecnica

Carmelo Corsaro

Carmelo Corsaro nasce nel 1959 a Torino dove si diploma come Perito Disegnatore Meccanico. Figlio e nipote di artigiani ebanisti, si avvicina al legno da adolescente, quando il padre lo introduce nel lavoro al banco da falegname e alle misticanze per le finiture superficiali a gomma lacca o olio di lino e cera. Dopo una lunga permanenza a Londra, comincia lo studio e il restauro degli utensili manuali della falegnameria anglosassone e la loro applicazione per realizzare mobili e oggetti della tradizione europea. Varie esperienze nel restauro navale, nell’artigianato rurale e il taglio del bosco nelle colline della Maremma  sono un ulteriore stimolo per appassionarsi anche alle tecniche e alla attrezzatura per il lavoro del legno verde. Vive e lavora come artigiano e restauratore in provincia di Grosseto

Redazione tecnica

Roberto Bestetti

Bestetti Roberto, erede della tradizione artigiana di famiglia, è titolare di impresa artigiana dal 2003 e si occupa di restauro di manufatti in legno, restauro di mobili e oggetti di modernariato, e restauro di dipinti anche per importanti collezioni pubbliche. Restauratore di beni culturali, abilitato nei settori manufatti dipinti su supporto ligneo e tessile, manufatti scolpiti in legno, arredi e strutture lignee, materiali sintetici assemblati e/o dipinti. Docente di tecniche esecutive e metodologie di intervento in varie istituzioni. Attualmente docente di restauro dell’arte contemporanea all’università Ca’ Foscari di venezia e docente di restauro dei manufatti su supporto ligneo 1 e 2 all’accademia di belle arti Aldo Galli Como. Membro del CESMAR7, centro per lo studio dei materiali per il restauro dal 2001, attualmente è membro del comitato scientifico e ricopre l’incarico di vicepresidente. Tiene corsi di aggiornamento sui temi della conservazione per restauratori professionisti organizzati in Italia e all’estero. Appassionato cultore degli utensili per legno e dell’autocostruzione degli utensili.

Redazione tecnica

Renato Mazzucco

Nasce a Vicenza nel 1973. Artigiano dalla nascita gioca fra i trucioli nella bottega del padre nella quale vede fare restauri di vario tipo e costruire di tutto, dai mobili artistici intarsiati e intagliati agli arredamenti moderni, dagli infissi alle scale. Ha frequentato la storica scuola di falegnameria d’Arte e Mestieri di Vicenza nella quale è stato allievo dei più grandi maestri del territorio, poi, per perfezionarsi nel disegno, si diploma al liceo artistico e all’istituto d’arte. Nel corso del tempo ha la fortuna di lavorare con numerosi colleghi da cui impara tecniche e furbizie che farà poi proprie. Ora nella sua bottega si restaura e si costruiscono mobili su misura; dal 2000 è anche insegnante di falegnameria presso la SFP Engim dove cerca di trasmettere ai ragazzi la passione per questa nobile arte .

Redazione tecnica

Nicola Tessari

L’elemento centrale attorno al quale ruota il suo lavoro è senza dubbio la materia prima: il legno massello declinato come mobile, suppellettile oppure come oggetto artistico attraverso il processo di tornitura o di generica asportazione di truciolo. Si misura quotidianamente con “i legni”, i nodi, le crepe, le diramazioni, le venature, i funghi, le muffe. L’approccio alla singolarità è la norma del suo operare quotidiano, la routine è cogliere il particolare e valorizzarlo. Interazione è una parola chiave per definire il suo approccio, perché nell’accostarsi al legno non tutto si può prevedere.