Questo articolo fa parte della
Rivista n.113

Usare il Domino. La sfida delle giunzioni angolate

Il Domino è un elettroutensile facile da impiegare in tutti quei casi in cui è possibile mantenere le medesime impostazioni per guida e profondità di taglio. Ad esempio quando si uniscono dei pezzi di costa oppure ad “L” (il caso di un cassetto), la guida è posta a 90° per tutti i tagli. Lo stesso dicasi per unire pezzi a 45° con mortase della medesima profondità. In entrambi i casi la posizione della guida rimane invariata dall’inizio alla fine delle lavorazioni.  Le cose cominciano a complicarsi quando occorre cambiare i settaggi o anche fare cave che uniscono pezzi a “T”. Ad esempio nel caso delle mortase che si collocano tra i fianchi di una libreria e le mensole, in cui la profondità di foratura deve essere ridotta sui fianchi. Per quanto questa lavorazione non sia così intuitiva, possiamo però dire di essere ancora nell’ambito dei lavori standard. La complessità aumenta di molto quando i pezzi da unire richiedono differenti angoli di registrazione della guida o quando sono troppo piccoli. Usando tre differenti progetti; un tavolino da caffè, uno sgabello a doppia funzione ed una libreria-scala vi mostrerò come potrete utilizzare il vostro Domino per affrontare assemblaggi con angolazioni particolari. 

Entra a far parte del laboratorio dedicato agli amanti del legno!

ABBONATI

Per avere accesso
a tutti i contenuti online
di Legno Lab

ABBONATI ALLA RIVISTA

Sei già abbonato? Login

Ultimi articoli inseriti

2018 All Rights Reserved © Legno Lab - P.I. 12873131002 REA RM-1406680