Questo articolo fa parte della
Rivista n. 107

Rastremare con la piallatrice

Rastremare un elemento significa assottigliarne progressivamente la sezione, in generale per fargli prendere un aspetto più snello. E’ una lavorazione da sempre eseguita sulle zampe di tavoli e sedie, da un lato per assicurare la massima robustezza delle giunzioni, dall’altro per dare un aspetto più leggero alla struttura. Una perfetta soluzione salva capra e cavoli. Su questa rivista abbiamo documentato in diverse occasioni alcune delle tecniche più conosciute per eseguire una rastrematura sul legno: seguendo una tracciatura col taglio della sega a nastro o di quella a mano e poi rifinendo il risultato con la pialla manuale, oppure utilizzan- do degli appositi accessori autocostruiti o delle dime insieme al banco sega o al banco fresa. Ne esiste un’altra che non è seconda a nessuno in quanto a rapidità e non abbiamo avuto ancora modo di mostrare, quella che vede protagonista la pialla a motore nelle sue due configurazioni: a filo e a spessore.  

Entra a far parte del laboratorio dedicato agli amanti del legno!

ABBONATI

Per avere accesso
a tutti i contenuti online
di Legno Lab

ABBONATI ALLA RIVISTA

Sei già abbonato? Login

Ultimi articoli inseriti

2018 All Rights Reserved © Legno Lab - P.I. 12873131002 REA RM-1406680

INFORMATIVA COOKIES: Il sito o gli strumenti terzi utilizzati dallo stesso si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.

Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più consulta la cookie policy.