Questo articolo fa parte della
Rivista n. 110

Il Widia

l Widia, chiamato anche Metallo Duro ed indicato spesso anche con la sigla HM, è un materiale che è composto da Tungsteno (scoperto alla fine del XVIII secolo dallo svedese Scheele e sinterizzato in Carburo di Tungsteno nel 1923 da due chimici tedeschi) e da Cobalto (isolato nella prima metà del XVIII secolo). Nel 1926 la Krupp ne ha acquisito il brevetto e ne ha iniziato la produzione, limitata in quantità per gli alti costi di realizzazione; nel 1928 la General Electric ha ottenuto la licenza di produzione per gli Stati Uniti, chiamandolo Carboloy. Questo materiale costituisce uno sviluppo tecnologico nel campo dell’utensileria molto importante; il suo nome è il risultato di una contrazione delle parti iniziali delle due parole tedesche “Wie Diamant”, che significano: “Come diamante”, ovviamente per la durezza dimostrata dal materiale. Il suo utilizzo, ormai diffuso in tutti i settori industriali ed artigianali, si suddivide praticamente in due settori: la produzione di placchette, più o meno sagomate, nate per essere applicate su utensili in acciaio di vario tipo tramite brasatura forte con leghe rame-argento, oppure con applicazione meccanica su supporti opportuni. Il secondo settore è quello della realizzazione di cilindretti o barrette a sezione quadrata o rettangolare, destinate alla realizzazione di utensili in Widia integrale come: frese, punte elicoidali per trapano, oppure lame o utensili saldobrasati.

Entra a far parte del laboratorio dedicato agli amanti del legno!

ABBONATI

Per avere accesso
a tutti i contenuti online
di Legno Lab

ABBONATI ALLA RIVISTA

Sei già abbonato? Login

Ultimi articoli inseriti

2018 All Rights Reserved © Legno Lab - P.I. 12873131002 REA RM-1406680

INFORMATIVA COOKIES: Il sito o gli strumenti terzi utilizzati dallo stesso si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.

Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più consulta la cookie policy.