Questo articolo fa parte della
Rivista n. 109

Il busto svuotato

La scultura è una professione che comprende varie discipline: il disegno anzitutto, l’affilatura degli attrezzi, la falegnameria in alcune nozioni basilari e, se si decide di rappresentare la figura, per ultimo l’anatomia. Il saper di ognuna non è isolato dalle altre, per poter migliorare occorre che tutte si perfezionino: un assemblaggio sbagliato pregiudicherebbe la fluidità delle forme e così delle sgorbie non affilate mostrerebbero delle striature dannose; la scultura è come un carro colmo di oggetti, se si decide di inizia- re il cammino bisogna trainare tutto. Nei vari articoli presentati su questa rivista ho mostrato alcune di queste professioni, in questo inizierò a parlare d’anatomia, sicuramente il cuore pulsante della scultura; essendo un argomento complesso mi limiterò a descrive sommariamente i vari muscoli che compongono il busto, accennerò ad alcune sporgenze ossee e sfiorerò la morfologia esterna. Prenderò poi qualche muscolo fondamentale e cercherò di descriverlo dettagliatamente, per far capire come funziona, come cambia in base alle diverse posizioni, dove si trovano i suoi tendini ed altro ancora.

Entra a far parte del laboratorio dedicato agli amanti del legno!

ABBONATI

Per avere accesso
a tutti i contenuti online
di Legno Lab

ABBONATI ALLA RIVISTA

Sei già abbonato? Login

oppure
ACQUISTA L'ARTICOLO IN FORMATO PDF

Ultimi articoli inseriti

2018 All Rights Reserved © Legno Lab - P.I. 12873131002 REA RM-1406680

INFORMATIVA COOKIES: Il sito o gli strumenti terzi utilizzati dallo stesso si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.

Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più consulta la cookie policy.