Questo articolo fa parte della
Rivista n. 108

Dal ramo alla mazzafionda

Chi di noi non ha provato almeno una volta a costruire una mazzafionda? Non ci crederete ma è tornato il momento di farne una, con un metodo diverso e certamente più tecnologico ma con la stessa smania di provarla! Tutto è iniziato da una mail ricevuta dalla redazione la scorsa estate, dove ci veniva chiesto un parere circa la possibilità di fresare dei rami in olivo per ricavarne delle fionde. L’idea piuttosto originale venuta al nostro lettore Flavio, ossia quella di partire dalle forme stabilite dalla natura per modellare un oggetto particolare con la CNC, ha catturato la nostra attenzione portandoci a sperimentarla. Ci siamo impegnati a lavorare su qualche prototipo mentre il lettore ha procurato il materiale da lavorare: i giovani rami di olivo che ha raccolto durante le sue passeggiate sono stati chiaramente selezionati in base alle caratteristiche dello strumento finale. Quello che deve cercare chi è intenzionato a riprodurre questo oggetto è una forcella bilanciata, che per natura presenta alla biforcazione una fibra più robusta ed è perfetta per la funzione richiesta. Confrontarsi con un ramo grezzo piuttosto che una classica tavola o un semilavorato è una sfida che implica logiche di modellazione 3D complesse: cercheremo di semplificarle nei pochi passaggi di questo articolo.

Entra a far parte del laboratorio dedicato agli amanti del legno!

ABBONATI

Per avere accesso
a tutti i contenuti online
di Legno Lab

ABBONATI ALLA RIVISTA

Sei già abbonato? Login

Ultimi articoli inseriti

2018 All Rights Reserved © Legno Lab - P.I. 12873131002 REA RM-1406680

INFORMATIVA COOKIES: Il sito o gli strumenti terzi utilizzati dallo stesso si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.

Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più consulta la cookie policy.